Il sindaco di Torre Annunziata, Giosuè Starita, firmerà domani 19 febbraio la ‘road map anticamorra’ proposta dal presidio locale di Libera. L’iniziativa si terrà alle 12 presso la sede del Comune a via Schiti.

Numerosi gli impegni che il primo cittadino oplontino è pronto a sottoscrivere. Tra i tanti, l’istituzione del responsabile anticamorra e di un piano annuale per il contrasto al fenomeno della criminalità organizzata, la rotazione dei dirigenti ogni 3 anni come previsto dalla legge, l’adesione al codice etico per la buona politica, l’abolizione delle consulenze anche in società, consorzi, enti, associazioni di cui il Comune fa parte.

Inoltre, dopo più di due anni, Starita si impegna ad informare la popolazione sulla esecuzione delle prescrizioni prefettizie, accelererà il trasferimento al patrimonio pubblico dei beni confiscati ubicati sul territorio e la successiva assegnazione di quelli già acquisiti.

“Apprendiamo con enorme soddisfazione la firma del protocollo d’intesa”, ha affermato Massimo Napolitano, responsabile cittadino di Sel, che ha puntualizzato: “Siamo certi che il sindaco indichi i tempi di attuazione dei singoli impegni e che non si ripeta il caso dell’osservatorio della legalità, istituito nel novembre 2014 e non ancora riunito”.

Infine, conclude il segretario del circolo Pertini, “solo avendo una tempistica certa, le iniziative lodevoli potranno diventare realtà e non l’ennesimo spot in cui si è visto Starita impegnarsi in annunci a cui non si è mai dato seguito”.

Approvato il piano anticamorra

La firma di Starita

La 'Road Map Anticamorra'