Stretta sui controlli dopo le stese degli ultimi giorni, bersaglio di baby gang a Torre Annunziata persone trovate in strada e diventate vittime dei raid notturni. I carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata, supportati dai militari del Reggimento “Campania”, hanno eseguito un servizio di controllo del territorio ad “Alto Impatto” disposto dal Comando Provinciale di Napoli incentrato a Torre Annunziata e nei Comuni vicini.

Sono stati eseguiti serrati controlli nei luoghi di maggiore concentrazione di persone e di maggior transito di auto.

Durante il servizio sono state identificate 75 persone e controllati 47 veicoli.

A Torre Annunziata, i Carabinieri hanno arrestato in flagranza un 20enne per furto aggravato: il ragazzo è stato sorpreso alla guida di un Suv, poco prima rubato ad una donna utilizzando una centralina per auto.

A Boscotrecase, invece, è stato denunciato un 42enne, sorvegliato speciale di pubblica sicurezza, sorpreso in compagnia di un pregiudicato, in violazione delle prescrizioni impostegli con la misura della sorveglianza cui è sottoposto.

Nel corso delle ispezioni effettuate nelle aree comuni di complessi di edilizia popolare della zona. A Boscoreale i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato un involucro, in parte sotterrato, con all’interno 18 grammi di marijuana. Lo stupefacente era occultato al piano Napoli di via Settetermini.

Durante i controlli al codice della strada, i Carabinieri hanno denunciato un 40enne per reiterata guida senza patente, sorpreso alla guida del proprio motociclo senza patente poiché revocata.

Il bilancio complessivo dei controlli stradali ha portato a 11 contravvenzioni elevate.