Concluso il Galà dello Sport di Torre Annunziata, tenuto nell’aula magna del liceo Pitagora-Croce. Ad arricchire la serata un ospite ormai di casa sia nella scuola che in città: si tratta del pugile Giacobbe Fragomeni (in foto con Marcello Vitiello e Paola Cirillo, campionessa di arti marziali), noto per la sua vittoria all’isola dei famosi.

Dopo gli interventi di saluto del sindaco, Giosuè Starita, e dell’assessore allo sport, Imma Alfano, spazio a loro, ai giovani ed a loro maestri che con abnegazione e senza poche difficoltà portano avanti discipline sportive in contesti difficili e particolari. Proprio per questo, i primi premi sono andati a Luca Cirillo, miglior coach dell’anno (disciplina Taekwondo), al maestro dell’olimpionica Irma Testa, Lucio Zurlo, quello alla carriera, mentre a Bruno Fuscati ed Ernesto Bergamasco i riconoscimenti per l’impegno sociale sul territorio. Premiata anche ‘Pasta run’, la gara podistica di 10 chilometri, quale miglior manifestazione sportiva dell’anno.

Quindi spazio ai giovani talenti, particolarmente distinti nelle discipline e non solo. Tra questi ultimi l’arbitro nigeriano ma adottato oplontino, Marco Russo, promessa del fischietto nazionale. La campionessa regionale di vela Fabiana Russo e il giovanissimo pugile Michele Baldassi.

Il Galà è stato voluto per fare un unico evento, piuttosto che singoli appuntamenti dopo le singole vittorie degli atleti oplontini. È un modo per condividere il momento e farli conoscere anche tra loro”. Ha detto il consigliere delegato all’evento, Marcello Vitiello, che non ha mancato però una stoccata polemica contro la sua stessa amministrazione: “Sono seccato della situazione negli uffici comunali che hanno ritardato anche l’appuntamento di quest’anno. Inoltre, mancano ancora investimenti per strutture sportive nonostante – conclude – lo sport è uno dei pochi argini sociali che hanno i ragazzi”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"