Torre Annunziata sud è sempre più quartiere ghetto. Dopo il crollo di una parte dell’ex pastificio Vitagliano la situazione per gli abitanti del Quadrilatero Carceri si fa sempre più difficile. Circa venti persone sono state al momento sgomberate dalle proprie abitazioni per il pericolo di nuovi cedimenti.

Dopo il sopralluogo da parte di Gino Di Donna, dirigente dell’Ufficio Tecnico di Torre Annunziata, il comandante della polizia municipale Giuseppe Iorio ha firmato un’ordinanza di chiusura di altre parti di corso vittorio Emanuele.

E’ stato infatti interdetto il traffico veicolare nel tratto compreso tra il civico 18 e 28, con il passaggio pedonale garantito solo sul marciapiede dentro in direzione di via Cuparella. Inoltre ci sarà l’obbligo di svolta in via De Simone o via Bertone o via Mazzini per i veicoli provenienti da corso Vittorio Emanuele e diretti a via Cuparella.

Infine obbligo di svolta in via Murat, via Commercio o via Pastore per tutti i veicoli che giungo da via Cavour.

Una situazione grottesca quella del centro storico oplontino, che quest’anno ha visto già la chiusura a febbraio di un tratto di via Castello e da più di due anni del transito alla fine di corso Vittorio Emanuele.