Torre Annunziata torna sul grande schermo con “Californie”. E lo fa ancora una volta grazie al lavoro dei registi Alessandro Cassigoli e Casey Kauffman. Dopo il grande successo di Butterfly, docu-film incentrato sulla vita di Irma Testa, la cittadina oplontina sarà di nuovo teatro di un’opera che farà parlare tanto di sé.

“Caifornie” sarà in concorso a Venezia per la “Giornata degli Autori” come unico film italiano. Un grande riconoscimento per Cassigoli e Kauffman, innamorati sempre di più di Torre Annunziata. La protagonista del film sarà la giovane promessa della Boxe Vesuviana Khadija Jaafari. La fresca campionessa d’Italia si è cimentata nel ruolo di attrice. Assieme a lei ci sarà anche il maestro Lucio Zurlo, che interpreterà se stesso.

LA TRAMA. Girato in 5 anni, Californie è la storia di Jamila, una ragazza marocchina che vive in una città portuale dell’Italia del Sud. A 9 anni ha sogni, modelli di riferimento e curiosità per la vita, ma le difficoltà e il senso di emarginazione che prova quando è con i suoi coetanei la induriscono e la rendono sempre più diffidente. Comincia allora ad idealizzare il suo Paese di origine, dove dichiara di voler tornare, e lascia la scuola per andare a lavorare a tempo pieno nel negozio “Californie” per poter diventare un giorno una brava parrucchiera.

IL COMMENTO DEI REGISTI. In attesa di vedere la pellicola, i registi hanno parlato con soddisfazione della loro opera. “Vogliamo in primis specificare che non c’è alcun punto in comune rispetto a Butterfly. Californie è un film vero e proprio con sceneggiature e copioni. Abbiamo conosciuto Khadija (che compare all’inizio e alla fine del docufilm), mentre giravamo con Irma e abbiamo deciso di darle questo ruolo. Non è un film incentrato sulla sua vita, lei sarà Jamila e non si parlerà di pugilato. Emerge ancora una volta la bellezza di Torre Annunziata, una città che amiamo sempre di più raccontare”.

vai alle foto