Un campo estivo per ragazzi con disagi economici. L’Amministrazione Comunale di Torre Annunziata aderisce al progetto “Amico Mare” realizzato in collaborazione con l’Ufficio Circondariale Marittimo, il Circolo Nautico “Arcobaleno” e la Lega Navale Italiana.

L’attività progettuale è destinata ad 80 minori, anche disabili, in età compresa tra gli 8 e i 17 anni, già individuati  tra gli utenti del Servizio di Educativa Territoriale.

«Il campus sarà articolato su base settimanale a gruppi di 20 allievi – spiegano gli assessori e Cultura e Politiche Sociali, Anna Vitiello e Luigi Cirillo -. L’appuntamento quotidiano avverrà negli spazi esterni messi a disposizione dall’Ufficio Circondariale Marittimo, che per l’occasione diverranno vere e proprie aule all’aperto.

L’obiettivo è trasformare i ragazzi da spettatori passivi, a cui questa pandemia e la conseguente accelerazione digitale li ha relegati, a protagonisti attivi e propositivi della vita, attraverso l’attivazione di azioni e processi che li proiettino verso il miglioramento della quotidianità attraverso elementi di inclusione, integrazione e nuovo orientamento.

Grazie alla “vita di mare”, sarà possibile promuovere la capacità di elaborare e gestire le emozioni, e l’esperienza di regata e crociera servirà come mezzo di socializzazione e percorso motivazionale per lo sviluppo del potenziale dei ragazzi. I partecipanti al progetto, infatti, sperimenteranno grazie a personale specializzato e qualificato, la vita di bordo e le sue dinamiche legate all’indipendenza, alla cooperazione, alla responsabilizzazione, alle abilità individuali e di gruppo.

Ringraziamo i partner coinvolti – concludono – con i quali si è instaurato un proficuo rapporto di collaborazione, essenziale ai fini della realizzazione del progetto».

Le attività di “Mare Amico” avranno inizio il prossimo 15 giugno e si articoleranno per quattro settimane.