Razionalizzazione e valorizzazione di immobili militari sottoutilizzati a Torre Annunziata. Se ne discuterà nel prossimo consiglio comunale, in programma prima della fine del mese di luglio 2019.

Le voci che corrono negli uffici comunali di Rovigliano riferiscono di un’amministrazione comunale al lavoro per il programma di interventi che permetterà un migliore utilizzo degli immobili della Real Fabbrica d’Armi di Torre Annunziata. Potrà farlo attraverso un protocollo d’intesa, attualmente in fase di studio, che il comune potrà sottoscrivere a seguito di un consiglio comunale convocato ad hoc.

IL PROTOCOLLO D’INTESA. Si tratta di un patto tra enti, della durata di 5 anni: Ministero della Difesa, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Agenzia del Demanio e Comune di Torre Annunziata, allo scopo di razionalizzare e valorizzare immobili militari presenti sul territorio locale. Con questo protocollo si definiranno poi le modalità operative e le tempistiche di realizzazione degli atti e degli interventi, determinando i criteri generali per le successive fasi gestionali e organizzative.

“Il D. Lgs. 267/2000 prevede che le amministrazioni pubbliche possano concludere tra loro accordi di programma per la definizione e l’attuazione di opere, interventi o di programmi di intervento che richiedono, per la loro completa realizzazione, l’azione integrata e coordinata delle stesse – ha spiegato l’assessore al bilancio Emanuela Cirillo -. Premesso che il patrimonio immobiliare del settore pubblico costituisce un valore sociale ed economico, questa opportunità può diventare un fattore di crescita per l’economia locale”.

LE ZONE DI COMPETENZA. Nella foto, vengono evidenziate le zone di competenza per ogni ente. In blu quello sotto il controllo dello Spolettificio, in viola quelle di pertinenza del Ministero della Difesa, in rosa le zone in cui opererà il Mibac, in giallo l’area controllata dall’Agenzia del Demanio e in azzurro la zona di competenza del comune di Torre Annunziata, ovvero il sottopasso di via Eolo fino al congiungimento con Corso Garibaldi.

LO SPOLETTIFICIO E GLI SCAVI DI OPLONTI. Per il territorio di Torre Annunziata ci sono due punti di interesse: la Real Fabbrica d’Armi ora Spolettificio e l’area archeologica di Oplontis, per i quali “sussiste la stringente esigenza di migliorare il livello di fruizione e di sviluppo del sito archeologico di Oplontis con l’individuazione di strutture di accoglienza, spazi espositivi e aree parcheggio, per personale e visitatori, finalizzata a individuare ed eventualmente valorizzare la restante parte del sito – ha continuato l’assessore. Questa valorizzazione rappresenta un’opportunità di riqualificare un comparto urbano, ormai da anni sottoutilizzato, restituendolo in parte alla collettività e favorendo la costituzione di un nuovo polo culturale”.