Un volo di sei metri. Chi ha visto la scena ha ancora gli occhi scossi dal terrore. Un ragazzo di appena 23 anni lotta tra la vita e la morte in un letto d’ospedale. In prognosi riservata per un incidente di cui è rimasto vittima mentre era sul posto di lavoro.

Un giovane operaio di Torre Annunziata è caduto da un muletto mentre era intento a salire su di un piano soppalcato. Per motivi non ancora accertati, il ragazzo ha perso l’equilibrio ed è precipitato al suolo, all’interno del capannone della Zeus, un noto marchio dedito alla produzione di materiale sportivo.

L’operaio, regolarmente contrattualizzato, ha perso conoscenza immediatamente e le sue condizioni sono apparse subito critiche, agli occhi dei suoi compagni di lavoro. Gli altri dipendenti hanno allertato subito i carabinieri e il 118. Sul posto sono giunte anche volanti della Polizia Municipale, coordinati dal comandante Vincenzo Pagano. Eseguiti i primi rilievi e avvisato il magistrato di turno che ha disposto il sequestro immediato dell’intero capannone di via Sant’Alfonso de’ Liguori.

Aperta un’inchiesta per stabilire la presenza di eventuali responsabilità nell’incidente. Il ragazzo, invece, è stato portato d’urgenza all’ospedale del Mare, dove i medici hanno stabilito la prognosi riservata. Le sue condizioni sono state definite critiche.

Città sotto choc

Il dolore

La tragedia

l'incidente