Morte Roberto Azzurro, gli ex allievi di Don Bosco a Torre Annunziata ricorderanno l’avvocato con una messa sabato 24 agosto alle ore 19.00 presso l’oratorio dei Salesiani.

L’improvvisa dipartita dello stimato professionista ha lasciato sgomenti gli ex allievi e tutta la comunità salesiana: “La vita di Roberto non la posso raccontare io – ha spiegato Luciano Donadio, presidente degli Ex Allievi di Don Bosco di Torre Annunziata unione ‘Don Pasqualino Dati’ -, sicuro però di esprimere un concetto caro alla famiglia e alla sorella Mirella, Don Bosco ci ha preparato un posto in Paradiso”.

Testimone esemplare della vita della comunità oplontina, uomo impegnato in tante circostanze politiche, sociali e cristiane, ha fatto valere gli insegnamenti salesiani. “L’ho conosciuto grazie al papà Celestino figura storica della nostra unione, Roberto aveva garbo e lungimiranza, mai scomposto – ha proseguito il presidente degli Ex Allievi Luciano Donadio -. Torre Annunziata perde una persona perbene, in un momento storico cupo e di decadenza sociale, proprio a partire dal ricordo di persone come Roberto che la nostra città deve ‘rialzarsi’, riferimenti alti ci incoraggiano, come una nota frase di Don Bosco, a camminare con i piedi per terra ma con lo sguardo rivolto al cielo”.