Una pusher pentita per individuare i killer di Francesco Immobile. E’ stata una donna, ex vedetta dei Gionta, a raccontare la sua versione dei fatti agli agenti del commissariato di polizia di Torre Annunziata.

Teme di essere uccisa proprio perché a conoscenza dei dettagli del delitto dello scorso 12 settembre, all’esterno della chiesa di Sant’Alfonso de Liguori. Le sue dichiarazioni hanno confermato l’identificazione del commando che fece fuori Immobile in pieno giorno.

A sparerare per primo sarebbe stato il 19enne Ciro Coppola, mentre a finirlo il 17enne A.L., finito in manette assieme al 19enne Pietro Pallonetto. Una quarta persona è ancora latitante.

Stamattina sarà celebrata l’udienza di convalida del fermo dei tre.

vai al video

gli sviluppi

Gli eventi

L'inchiesta

Il blitz