Una teca in plexiglass che raffigura Marco Cuccurullo, uno dei giovani che perse la vita nel crollo della palazzina di Via Rampa Nunziante a Torre Annunziata.

Dal mese di novembre erano in corso i lavori per la realizzazione del murale in ricordo del giovane, sita all’ingresso della bretella della zona portuale della città a: con l’innesto di questi giorni, l’opera può ritenersi completa. Gli ultras del Savoia hanno così reso omaggio ad una delle 8 vittime del crollo che ha sconvolto la cittadina oplontina il 7 luglio scorso: una ferita ancora aperta nel cuore della città.

Insieme a Marco, persero la vita anche i suoi genitori, l'architetto Giacomo e sua moglie Edy Laiola, oltre all'intera famiglia di  Pasquale Guida,  la moglie Anna Duraccio, ed i piccoli Francesca e Salvatore e la sarta Pina Aprea.

Un omaggio alla memoria di una ragazzo, un figlio di Torre Annunziata che meritava di poter continuare a cantare e a sostenere la sua squadra del cuore.