“Vediamo quanto durerà”. Era stato questo il commento su Facebook dell’assessore Luigi Ammendola, dopo la pulizia di piazza Carlo III. Era il 3 luglio. Ora a due mesi e mezzo di distanza la strada è tornata a essere una discarica a cielo aperto.

Vari sono già i disagi, che stanno vivendo i cittadini della zona, costretti a fare lo slalom non solo tra scooter e motorini elettrici, ma anche con i cumuli di spazzatura.

La zona era stata liberata, dopo varie proteste del “Comitato Quartiere Spolettificio”. L’intervento di pulizia, assieme a quello del rione Penniniello, al Comune è costato oltre 3mila euro.

Tutto inutile, visto che gli incivili hanno di nuovo preso di mira una strada martoriata come via Carlo III.