Scatta la campagna vaccinale per gli ultra 80enni a Torre del Greco. Il centro organizzato nell'auditorium del complesso Santissima Trinità, palazzina ristrutturata con i fondi del programma Più Europa e destinata ad ospitare il museo civico cittadino.

Le prime dosi di vaccino verranno trasportate dai vigili urbani, che utilizzeranno appositi frigo portatili. Ad attenderli una squadra formata grazie al lavoro d'equipe di Comune, Regione e Asl Napoli 3 Sud, suddivisa su due postazioni e composta da due operatori, due infermieri e due informatici, a cui a breve si aggiungeranno due medici di base. 

"Oggi è un giorno importante - le parole del sindaco Palomba - per la città di Torre del Greco, e, per i cittadini Torresi. Il nostro territorio, ha pagato un prezzo altissimo in termini di vite umane. La somministrazione del vaccino rappresenta per tutti la speranza di un ritorno, quanto prima, ad una vita normale e ad una quotidianità più serena. Da subito, abbiamo messo a disposizione le nostre strutture per offrire alla collettività locali agevoli e funzionali, facilmente raggiungibili, anche per chi abita nelle zone periferiche della città. Non a caso, abbiamo scelto la sala dedicata ai quattro angeli di Torre, scomparsi, nel crollo di Ponte Morandi: i vaccini rappresentano il ritorno alla vita, così come i quattro ragazzi vivranno per sempre nei nostri cuori".

Gli ultimi dettagli sono stati messi a punto ieri, alla presenza del Primo cittadino, della consigliera regionale Loredana Raia e del direttore del locale distretto sanitario Guido Corbisiero: ''A distanza di quattro settimane dalla individuazione del sito della Santissima Trinità per la somminiatrazione del vaccino anti Covid - afferma Raia - inizia finalmente la campagna vaccinale a Torre del Greco. Ogni dettaglio è stato vagliato per consentire che tutto venga svolto nella massima sicurezza per i cittadini, a cominciare dagli over 80''.

Il centro sarà attivo tutti i giorni, dal lunedì al sabato su due turni (8-14 e 14-20) tranne il sabato, quando l'apertura sarà solo mattutina. Gli infermieri sono stati formati per preparare le dosi, gli operatori sociosanitari invece smisteranno le persone in attesa della somministrazione.