Firmata dal sindaco, Giovanni Palomba, l'ordinanza n.792 con la quale vengono rivisitate e modificate alcune disposizioni - contenute nella precedente ordinanza del 26 giugno 2017 - inerenti la disciplina delle modalità di conferimento delle varie tipologie di rifiuti.

Nello specifico é sancito che, a partire da lunedì 26 Novembre, sarà possibile depositare i rifiuti dal lunedì al sabato, presso gli ecopunti, dalle ore 06.00 alle ore 12.00 e dalle ore 17.00 alle ore 23.00; presso i siti di prossimità, invece, dalle ore 19.00 alle ore 23.00.
Specificata, inoltre, anche la modalità di smaltimento che prevede il deposito dei
RIFIUTI UMIDI: il lunedì, il mercoledì, il venerdì ed il sabato; 
CARTA E CARTONE: soltanto il giovedì; 
PLASTICA, ALLUMINIO E METALLO: il mercoledì ed il venerdì;
FRAZIONE SECCA: il lunedì, il martedì, il giovedì ed il sabato.

È formulato, inoltre, il divieto assoluto di deposito e conferimento dei rifiuti su tutto il territorio comunale per il giorno di domenica.

Per quel che concerne, i rifiuti ingombranti, gli stessi non possono essere conferiti su tutto il territorio, ma, per il loro smaltimento i cittadini dovranno prenotarne il ritiro, rivolgendosi al numero verde: 800 409866 e concordando tempi e modalità.

I rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche devono essere conferiti presso l'apposito sito di trasferenza, in viale Europa, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00.

Da ultimo, per gli Oli vegetali esausti é previsto il conferimento il primo sabato del mese presso l'ecopunto sito al Parcheggio Bottazzi ed il terzo sabato del mese presso l'ecopunto sito al Parcheggio La Salle.

Previste sanzioni amministrative per i trasgressori delle disposizioni. 
In particolare, multe sino a 450 euro per chi conferisce rifiuti provenienti da lavori di ristrutturazione e/o ordinaria manutenzione domestica nei contenitori e sul suolo pubblico, e, per chi non residente nel comune deposita qualunque tipologia di rifiuti.

"È un atto doveroso - le parole del sindaco Giovanni Palomba - per cercare di arginare, contenere e disciplinare, in questa fase transitoria, e, sino all'approvazione del nuovo piano industriale le modalità di conferimento dei rifiuti. Il vigente sistema è unico nel suo genere, e, riteniamo sia alla base del disastro in materia di N.U. che la città e i cittadini stanno pagando in questi giorni".