Appartamenti del comune di Torre del Greco occupati abusivamente da otto famiglie. In ventisei hanno realizzato abusi e vissuto in condizioni di degrado in strutture comunali a rischio crollo. Scatta il sequestro delle case da parte della Procura di Torre Annunziata e lo sgombero. Dal 12 al 14 luglio la Polizia Municipale di Torre del Greco ha dato esecuzione ad un sequestro preventivo, emesso dal Gip del Tribunale di Torre Annunziata, su richiesta della Procura della Repubblica, di abitazioni a via Tortora nel quartiere delle “Case Minime”, per il reato di occupazione abusiva di edificio di proprietà pubblica.

La misura cautelare reale è stata adottata a seguito di una mirata attività di indagine, condotta dalla Polizia Municipale di Torre del Greco e coordinata dalla Procura oplontina, nei confronti di ventisei persone, appartenenti ai diversi nuclei familiari occupanti abusivamente gli immobili di proprietà del Comune.

In particolare si è accertato, in sede di sopralluogo e di accesso alle unità abitative, che nessuno degli occupanti è munito di idoneo titolo legittimante l’occupazione dell’immobile e che alcuni di essi erano già stati destinatari di un’ordinanza di sgombero, emessa nel marzo del 2019, da parte del Comune di Torre del Greco, per la situazione di diffuso dissesto statico e di degrado igienico-sanitario in cui versa tuttora l’immobile occupato, alla quale non era stata data ottemperanza.

Si è accertato, inoltre, che, in alcune delle unità abitative, sono stati realizzati degli abusi edilizi.

Il sequestro preventivo si è reso necessario non solo per far cessare la permanenza del reato di occupazione abusiva ma altresì per impedire l’aggravamento delle conseguenze dello stesso, stante l’incombente pericolo di dissesto statico dell’intero immobile.

Il decreto di sequestro preventivo degli immobili prevede lo sgombero dei questi ultimi entro il termine di sessanta giorni dalla notifica dello stesso, effettuata tra il 12 e il 14 luglio, al fine di consentire agli occupanti, anche in ragione dell’attuale situazione di criticità dovuta all’emergenza epidemiologica in atto, di reperire una diversa sistemazione alloggiativa e di rilasciare spontaneamente gli appartamenti sequestrati. Nel caso di mancato rilascio degli immobili, la Polizia Municipale di Torre del Greco, unitamente al locale Commissariato di P.S., provvederà all’esecuzione dello sgombero coatto.

Si è proceduto, inoltre, alla nomina del custode giudiziario dell’immobile in sequestro nella persona del Dirigente del V Settore del Comune di Torre del Greco, deputato alla “Gestione delle problematiche abitative” del predetto Comune.