"Intitolare una sede a Giancarlo Siani, il giornalista barbaramente ucciso dalla camorra, e' un atto che noi riteniamo doveroso. Giancarlo Siani deve essere ricordato per il suo impegno e la sua dedizione non solo con atti simbolici: la sua figura deve diventare sempre di piu' un punto di riferimento, un esempio di professionalita' e di coraggio, in particolare per i giovani, ma anche uno stimolo per le istituzioni a migliorarsi continuamente e impegnarsi costantemente nell'affermare una vera cultura della legalita', sempre e ovunque". Lo ha detto Ignazio Messina, segretario nazionale Idv, nel corso dell'inaugurazione e dell'intitolazione della sede del partito di Torre del Greco, al giornalista del quotidiano Il Mattino ucciso dalla camorra 30 anni fa. "Quella di oggi e' un'altra delle tante cose belle successe, ormai a pochi giorni di distanza dal 30esimo anniversario dell'uccisione di Giancarlo - ha affermato Paolo Siani, fratello del giornalista - Per me e' quella che mi da' piu' soddisfazione, in 30 anni sono riuscito a non farlo dimenticare. Qui a Torre del Greco, non lontano da dove lavorava, a Torre Annunziata, si' e scelto di intitolare la sede a Giancarlo, con tutto quel che significa".

 A seguire, nel vicino Circolo dei Professionisti, si e' svolta la presentazione del presidio di legalita' a cui hanno partecipato, tra gli altri, Francesco Panariello, presidente Fai di Torre del Greco; Vincenzo Gaglione, associazione torrese antiusura; Luigi Erbaggio, presidente associazione Shalom per il Sociale; Pasquale Del Prete, vicepresidente associazione antiracket "Ercolano per la legalita'; Raffaele Russo, segretario cittadino Idv, Anita Sala, responsabile Ambiente e Pari Opportunita' Idv area metropolitana Napoli e i dirigenti locali del partito.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"