Gente sull'orlo di una crisi di nervi. Non è la 'cover' di un film di Almodovar, ma lo stato di salute mentale degli automobilisti della città di Torre del Greco. Dopo mesi trascorsi a digerire controvoglia le scelte dell'amministrazione comunale legate ai ripetuti cambi dei sensi di marcia, arriva un nuovo boccone amaro per chi circola con la propria auto sul territorio torrese. Da qualche settimana a questa parte, infatti, sono spuntati come funghi nuovi stalli a pagamento. Le famose "strisce blu" stanno invadendo i quartieri della città corallina, con la beata concessione del sindaco, Ciro Borriello.

CASO POLITICO – I primi a sollevare il problema sono stati i Comitati di Quartiere, su volontà di cittadini e commercianti. Ma ora il caso diventa politico. Sotto la lente d'ingrandimento ci sono le percentuali di parcheggi gratuiti (le "strisce bianche", che non possono essere meno di un quinto del totale) e la gestione degli stalli, che dovrà essere riassegnata a breve. Ecco perchè l'argomento scotta, e finirà direttamente sul tavolo della 5° Commissione Trasparenza il prossimo lunedì, quando alle ore 12 è fissata una riunione monotematica per ottenere chiarimenti in merito.
 

Gennaro Scognamiglio