Aggiornamento notizia del 27 febbraio 2019

La redazione e la direzione de “Lostrillone.tv” precisano che il dott. Nicola Coccia, con sentenza pronunciata dal Tribunale di Torre Annunziata nel corso dell’udienza del 7 gennaio 2016, a definizione del procedimento n. 10528/12 R.G.N.R., è stato assolto “per insussistenza del fatto” dall’accusa di concorso nel reato di bancarotta patrimoniale fraudolenta. Rispetto all’altra accusa di concorso nel reato di false comunicazioni sociali è maturata la prescrizione di legge.

 

Maxi sequestro per equivalente alla società ''Rizzo-Bottiglieri-De Carlini armatori spa'', una delle più note nel settore dello shipping. I militari del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Napoli hanno dato, infatti, esecuzione a un decreto emesso dal gip del tribunale di Torre Annunziata, dopo indagini coordinate dalla Procura oplontina, fino a 28,7 milioni di euro. Sotto chiave sono finiti beni immobili, denaro e altre liquidità nelle disponibilità degli armatori.

Le indagini della Fiamme Gialle hanno avuto inizio con l'esecuzione di una verifica fiscale nei confronti della società, che ha sede a Torre del Greco, nel cui ambito erano emerse rilevanti operazioni finanziarie effettuate con società di diritto estero - per la maggior parte lussemburghesi - di fatto riconducibili ai componenti del gruppo imprenditoriale (Giuseppe Mauro Rizzo, Roberto Rizzo, Ugo De Carlini, Orsola Bottiglieri e Grazia Bottiglieri).