Ottime notizie per il litorale del Comune di Torre del Greco. Con la Conferenza dei Servizi svoltasi ieri presso la sede della Gestione Commissariale dell’Ente d’Ambito Sarnese-Vesuviano è stato definitivamente approvato da tutti gli Enti competenti il progetto definitivo, suddiviso in 2 lotti, relativo al collettamento dei reflui cittadini verso l’impianto comprensoriale di Foce Sarno, estendendo il servizio di depurazione ad oltre 100.000 abitanti.

La soluzione progettuale, elaborata da GORI, è stata individuata successivamente a diversi studi di fattibilità, nei quali si è proceduto a valutare, unitamente a tutti i soggetti istituzionali - Regione Campania, Amministrazioni Comunali, Commissariato Ente d’Ambito - il rapporto costo-beneficio dell’intervento. Il progetto per la dismissione degli impianti di depurazione comunali di San Giuseppe alle Paludi e Villa Inglese è stato ritenuto il migliore possibile soprattutto per il minor impatto ambientale, per il minor disagio sulla viabilità cittadina durante l’esecuzione delle opere e per la riduzione dei tempi di realizzazione.

GORI ha individuato, nell’ambito delle opere definite dal progetto preliminare, due distinti lotti. Il primo lotto è costituito da un collettore, realizzato in parte con tecniche tradizionali e in parte con tecnologie “microtunneling”, che va dall’impianto di Villa Inglese fino alla galleria comprensoriale di Torre Annunziata, immissaria dell’impianto di depurazione di Foce Sarno, già adeguato a ricevere le maggiori portate. Il secondo lotto si sviluppa dall’impianto di depurazione di S. Giuseppe alle Paludi a Villa Inglese, e sarà realizzato con condotte sottomarine parallele alla linea di costa. L’opera avrà un costo complessivo di 35 milioni di euro finanziati dalla Regione Campania, che ha individuato in GORI il soggetto attuatore.

“Si è concluso – spiega il direttore generale di GORI, Francesco Rodriquez – il lungo e articolato iter necessario a raggiungere la completa condivisione di tutti gli enti interessati per l’approvazione di questo fondamentale e complesso intervento di salvaguardia ambientale per la costa vesuviana. Voglio ringraziare le strutture tecniche interne, con le quali si sono individuate soluzioni innovative, ma ampiamente consolidate dalla prassi progettuale delle opere idrauliche”. 

“Il via libera al progetto – aggiunge il presidente di GORI, Michele Di Natale – ci consente di mettere un altro tassello fondamentale per il pieno recupero della balneabilità della costa vesuviana, ed in particolare per il litorale di Torre del Greco. Siamo pronti a lavorare sodo, di concerto con tutti gli enti interessati, per portare l’opera a compimento nei tempi previsti”.

Particolarmente soddisfatto il Commissario dell’Ente d’Ambito Sarnese/Vesuviano Luigi Massaro: “Con le decisioni assunte in questa Conferenza, si avvia a soluzione una questione cruciale che consentirà di migliorare significativamente la qualità delle acque del litorale a sud-est di Napoli”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"