Nella mattinata di oggi (11 ottobre 2021), il personale della Guardia Costiera di Torre del Greco, nell’ambito delle consuete ed istituzionali attività di vigilanza e controllo a tutela dell’ecosistema marino e delle filiere ittiche, sotto il coordinamento della Direzione Marittima della Campania, ha individuato, in località “La Scala”, un natante da diporto che navigava a pochi metri dalla riva.

Lo stesso ha attirato immediatamente l’attenzione dei militari, poiché a bordo vi era un diportista intento a maneggiare un esemplare adulto di Tonno Rosso, specie ittica pregiata, per la quale è attualmente vigente il divieto assoluto di pesca.

In particolare, si rammenta che, con apposito Decreto della Direzione Generale della pesca e dell’Acquacoltura del Ministero della Politiche Agricole Alimentarie Forestali, la pesca sportiva di tale specie è stata vietata, su tutto il territorio nazionale, per esaurimento del relativo contingente di cattura, a partire dall’inizio dello scorso mese di agosto.

Il diportista è stato scoperto e fermato mentre era intento a sbarcare, in spiaggia, il suddetto esemplare di tonno rosso, oramai non più in vita.

I militari, a quel punto, hanno recuperato, l’esemplare, lungo circa 1,70 metri e con un peso di circa 102 chilogrammi, ponendolo immediatamente sotto sequestro e, poco dopo, grazie al puntuale intervento del dirigente medico del Servizio Veterinario dell’A.S.L. NA-3-SUD, lo stesso è stato giudicato edibile e, quindi, devoluto in beneficenza alla Casa di riposo per anziani “Ricovero della Provvidenza” di Torre del Greco.

Il diportista è stato poi debitamente identificato, per la consguente contestazione della sanzione, per un importo di oltre 1.000 (mille) euro.

L’operazione odierna, segue un precedente sequestro di un esemplare di 50 Kg circa, avvenuto nelle acque antistanti la località “Le Mortelle”, di Torre del Greco, nello scorso mese di settembre, sempre giudicato idoneo al consumo umano e, pertanto, anch’esso devoluto in beneficenza.

L’attività di contrasto alla pesca illegale proseguirà anche nei prossimi giorni per garantire la salvaguardia delle specie ittiche e dell'ecosistema marino, nonché la tracciabilità del prodotto ittico in tutte le fasi della commercializzazione a garanzia del consumatore.