Sottoscritto, questa mattina, nell'aula consiliare di Palazzo Baronale il "Patto della lettura della Città di Torre del Greco".

Il progetto, ad ampio respiro culturale, dà attuazione alla delibera di Giunta, istitutiva dell'iniziativa, n. 384 del 10.12.2020 e dà seguito al riconoscimento di "Città che legge 2020/2021" conferito al territorio comunale torrese, dal Ministero per i Beni e le Attività culturali, con lo scopo di creare una rete di collaborazione permanente tra tutte le associazioni culturali del territorio che operano per promuovere il valore della lettura.

L'evento si è svolto alla presenza del sindaco di Torre del Greco, Giovanni Palomba, dell'assessore alla Pubblica Istruzione, Enrico Pensati e della Dirigente al preposto Ufficio, Luisa Sorrentino ed ha visto la partecipazione di un referente per ciascuna delle 23 realtà che hanno siglato, in fase iniziale, il Patto: Istituto Nautico “C. Colombo”, Liceo Classico “G. de Bottis”, Liceo Scientifico “A. Nobel”, Istituto “F. Degni”, Forum dei Giovani Comune Torre del Greco, Fondazione Ville Vesuviane, Pro Loco Torre del Greco, Ass.ne Cucina Letteraria, Ass.ne “Chiamami per Nome”, gli Istituti Comprensivi “Giampietro-Romano”, “De Nicola – Sasso”, “G. Falcone- R. Scauda”, “Don Bosco-D’Assisi”, “Sauro-Morelli”, Cooperativa sociale “Giancarlo Siani”, Ass.ne Gymnasium, Centro Antiviolenza cooperativa sociale “Boetheia”, Ass.ne “Ishtar”, Centro italiano femminile, Associazione “Arkneos”, Casa editrice “L’Isola dei ragazzi”, Libreria “Mondadori” e Seitech Srl.

Lo stesso, inoltre, come più volte ribadito questa mattina, resta aperto a nuove ed ulteriori adesioni. Beneficiari sono tutti i cittadini del territorio comunale con particolare riguardo ai bambini e agli adolescenti, nonchè, alle fasce deboli per ingenerare un'autentica cultura della lettura e promuovere azioni culturali condivise.

L’amministrazione comunale si impegna anche, nell’ambito di tale attività, ad istituire tavoli di progettazione, di coordinamento e di monitoraggio, oltre che a mettere a disposizione gratuitamente le proprie sedi e le relative risorse strumentali, ad aderire ad iniziative promosse dal MIBAC, ad includere la promozione del libro e della lettura fra le attività ordinariamente svolte dalla propria biblioteca e a favorire l’adesione al Patto da parte di operatori, professionisti e quanti interessati.

Con il patto - le parole dell' assessore Pensati - si stringe una grande alleanza della città. Un momento istituzionale importante che vede unite e coese tante forze attive e proattive per il rilancio del territorio e la riabilitazione culturale di Torre del Greco”.

Accenti di soddisfazione anche nelle parole del primo cittadino: “La nostra città da sempre si è distinta, nel panorama vesuviano-costiero, quale comunità di profondo e radicato fermento culturale che ha saputo esprimere in ogni modo ed in ogni forma da quelle artistiche a quelle letterarie e compositive. Ritorniamo, con questo progetto, a sensibilizzare i nostri giovani e le nostre realtà alla fondamentale importanza della lettura, con la pretesa di concorrere e distinguerci nell’elaborazione di progetti validi e singolari per il beneficio della collettività”.