Firmato, questa mattina, dal sindaco di Torre del Greco Giovanni Palomba, dal Presidente della Giunta regionale della Campania, On.le Vincenzo De Luca, dal Presidente della Fondazione TarìAntonio Garofalo e dal Presidente dell’ASSOCORALVincenzo Aucella il protocollo d’intesa per l’attivazione di corsi di alta formazione per la tutela e la conservazione delle lavorazioni del Corallo e del Cammeo e del settore orafo affine.

Location d’eccezione, l’ Ex Orfanotrofio della SS. Trinità, dove alla presenza delle Autorità politiche, civili e militari, e, di tanti cittadini intervenuti, il sindaco ha siglato un documento importantissimo per l’intero territorio che offrirà un cospicuo sostegno alle attività di recupero e conservazione della tradizione locale, fondata sulla secolare lavorazione artigianale dell’oro rosso del Mediterraneo.

Ad introdurre i lavori, dopo il saluto istituzionale del primo cittadino, la consigliera regionale del territorio Loredana Raia, mentre a spiegare la natura del protocollo, l’assessore regionale alla FormazioneChiara Marciani.  

“ Un momento istituzionalmente singolare – le parole del sindaco, Giovanni Palomba - che vede schierate in campo quattro realtà importantissime del territorio campano. Il corallo ed il cammeo rappresentano, infatti, il codice identitario di Torre del Greco e dei Torresi, con un’arte che ovunque nel mondo è attestazione di qualità e garanzia di professionalità. La sottoscrizione del presente protocollo, pertanto sono certo, saprà dare la giusta eco di amplificazione, nella consapevolezza e nella convinzione che questa terra, scrigno di arte, cultura e tradizioni deve ritornare e continuare a risplendere come faro e punta di riferimento dell’intera area vesuviano-costiera e di tutta la Regione Campania”.