Una domenica di raccolta straordinaria. Da questa notte, la Buttol ha impiegato personale e automezzi aggiuntivi per azzerare completamente la città di Torre del Greco. Un lavoro diviso in tre turni, iniziato questa notte e proseguito nella mattinata e nel pomeriggio.

L’Azienda ha dato vita alla task force in vista dello sciopero indetto per domani, 14 dicembre 2020, quando i netturbini del cantiere di Torre del Greco osserveranno 24 ore di astensione dal lavoro. Per questo motivo, si invita la cittadinanza a non depositare rifiuti questa sera. Da martedì mattina, dalla mezzanotte in poi, il servizio di raccolta riprenderà regolarmente. Domani, invece, saranno garantiti i servizi essenziali presso edifici pubblici e scuole. 

Per limitare al minimo i disagi, la Buttol ha organizzato un servizio straordinario domenicale, così da azzerare i cumuli di rifiuti abbandonati. Nella sola giornata di oggi sono stati prelevate circa 100 tonnellate di rifiuti indifferenziati su tutto il territorio di Torre del Greco, impiegando 50 operatori aggiuntivi per il turno domenicale.

La Buttol, ancora una volta, ha fatto la sua parte impiegando risorse straordinarie per limitare i disagi legati all’astensione dal lavoro di tutti gli operatori ecologici del cantiere di Torre del Greco. Iniziative messe in campo quotidianamente, anche per sopperire all’assenza cronica del 30% del personale in forza. 

Come già chiarito in precedenza, l’Azienda ha chiesto garanzie di continuità lavorativa in cambio di un ulteriore ticket di 2 euro al giorno, chiedendo il 90% di presenza in tutto il mese. Bonus-presenza che va ad aggiungersi a quello di 6 euro, già pattuito in precedenza con un diverso accordo di secondo livello. Le richieste della ditta sono state ritenute “inaccettabili” dagli stessi lavoratori. 

Bisogna ricordare che la Buttol Srl, nel corso dei mesi, ha subito il comportamento negligente di alcuni operatori, tanto da essere costretta ad operare licenziamenti. L’Azienda a questo punto ha raccolto un corposo dossier in cui sono registrati casi di assenteismo, furti di ferro tra i rifiuti ingombranti, danneggiamenti agli automezzi, prelievi di rifiuti pericolosi a domicilio. La Buttol è decisa ad andare fino in fondo.