Scattano le manette per un 45enne pregiudicato di Torre del Greco, gravemente indiziato di rapina, porto illegale di arma da fuoco e lesioni personali.

Il 7 luglio 2022, la vittima del furto, mentre transitava in auto in una strada del comune, insieme alla compagna, alla sorella e alle due figlie minori, era stato invitato da due uomini, anch'essi a bordo di un'auto, ad accostarsi al lato della strada. Una volta fermata la macchina, i due soggetti gli hanno strappato dal collo una catena d'oro, dandosi poi alla fuga.

La vittima ha iniziato ad inseguire l'auto dei rapinatori, raggiungendola poco dopo. Ne era sorta una colluttazione, nel corso della quale uno degli autori del furto ha esploso un colpo d'arma da fuoco all'indirizzo della persona offesa, colpendola alla gamba destra.

Nella mattinata odierna, in esecuzione di un'ordinanza applicativa della custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Torre Annunziata, su richiesta di questa Procura della Repubblica, personale della Squadra Mobile di Napoli e del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Torre del Greco ha arresto il 45enne, che attualmente è nel carcere di Poggioreale. L'uomo dovrà rispondere dei reati di rapina aggravata, detenzione illegale di armi da fuoco e lesioni personali aggravate. 

L'uomo è stato incastrato attraverso l'analisi delle immagini del sistema di videosorveglianza comunale, è stato possibile individuare il veicolo a bordo del quale viaggiano gli autori del reato, risultato di proprietà di una società di noleggio. Da successivi accertamenti è emerso che la suddetta autovettura il giorno della rapina era stata utilizzata dal padre del titolare della predetta società, soggetto risultato compatibile con la descrizione fornita dalla vittima e dai suoi familiari, riconosciuto da questi ultimi come l'autore dei reati per cui si procede.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"