Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha rafforzato anche in questo fine settimana, nel delicato passaggio della Campania da “zona gialla” a “zona arancione”, il dispositivo dei controlli volti a verificare il rispetto delle misure di contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2. In totale, tra venerdì e domenica scorsi, sono state controllate tra il capoluogo e la provincia 1587 persone e 216 attività commerciali complessivamente 83 le sanzioni irrogate, comprese quelle relative a situazioni illecite tipicamente d’interesse delle Fiamme Gialle (spaccio e uso personale di sostanze stupefacenti e contrabbando di sigarette).

La Compagnia di Torre del Greco ha denunciato per minaccia a pubblico ufficiale, oltre che sanzionato per violazioni anti Covid, un 54enne “irriducibile negazionista” trovato sulla via Litoranea senza dispositivo individuale di protezione.

La Compagnia di Castellammare di Stabia ha accertato che presso un internet point veniva svolta attività di raccolta scommesse senza licenza di Pubblica Sicurezza e senza l’esposizione della tabella dei giochi proibiti. Denunciato un responsabile, che è stato sanzionato anche per il formarsi di assembramenti con la sanzione accessoria della chiusura per 5 giorni.