Un tonfo e le urla strazianti delle persone di passaggio davanti alla traversa di Via Aldo Moro alla vista del corpo della ragazza a terra in una pozza di sangue. Erano quasi le 19 quando una 17enna è precipitata dal balcone della sua abitazione al settimo piano di un palazzo del Parco Belvedere uno dei più popolosi parchi di San Giorgio a Cremano.

I genitori erano in casa quando la giovane si è affacciata al balcone e ha perso l'equilibrio, probabilmente sporgendosi troppo. La ragazza è morta sul colpo e il 118 giunto sul posto non ha potuto fare altro che constatarne il decesso.

Sarà il magistrato ad effettuare la  verifica sulla salma  per capire se predisporre o meno l’autopsia volta ad appurare le cause della morte e la  dinamica dell’evento. Sul luogo del tragico evento è intervenuta la Polizia Municipale, agli ordini del comandante Gabriele Ruppi, che sta conducendo gli accertamenti e le indagini.    

Poiché la mamma era in stato di shock,  l’unico a raccontare la dinamica dei fatti è stato il  fratello maggiore il quale ha riferito che qualche ora prima era uscito di casa e aveva anche telefonato,  parlando proprio con la sorella che appariva tranquilla.     

La famiglia non si sarebbe mai preoccupata in quanto la ragazza non si avvicinava mai a situazioni di pericolo e quindi in casa veniva lasciata libera di muoversi per non avere mai dato segni di squilibrio. Giorgio Zinno, sindaco di San Giorgio, si è subito dichiarato vicino alla famiglia e sta seguendo la vicenda che apparirebbe conseguenza di una tragica disgrazia.