Il 'primo round' è terminato, ieri mattina le ruspe hanno demolito uno dei tre appartamenti di via Panoramica, sui quali pendeva una sentenza della Corte d'Appello per abusivismo. A 'vegliare' sull'operazione che si è conclusa senza tensioni c'è stata la polizia, la quale dopo aver a lungo colloquiato con la proprietaria di uno degli immobili, è riuscita a evitare ogni tipo di reazione.

La donna risiedeva da tempo in quell'abitazione al civico 6, che fra l'altro divideva con la figlia e i nipoti. L'intero nucleo familiare ha deciso di restare unito, rifiutando quindi la soluzione 'alternativa' offerta dal Comune. Dal Palazzo di città era stato predisposto il soggiorno per il figlio minorenne e per sua madre in una casa famiglia, in attesa di una nuova sistemazione più adeguata. Un'opzione che la donna ha preferito rifiutare, seguendo sua madre e il resto della famiglia.

Nessun problema, invece, per l'altro appartamento che risultava già libero da tempo, in quanto l'ultimo inquilino lo aveva abbandonato già in precedenza. I lavori sono iniziati all'alba di ieri mattina e proseguiranno per due giorni. L'abbattimento interessa due corpi di fabbrica dall'estensione di circa quattrocento metri quadrati. 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"