E’ caduto giù compiendo un volo di più di 11 metri, dinanzi agli occhi del figlio, non ancora maggiorenne.

Dramma a Trecase. E’ morto così D.C., l’operaio 45enne originario di Terzigno, rimasto vittima di una caduta accidentale da un palazzo di Terza Traversa Menotti. Inutili i primi soccorsi, per l’uomo non c’è stato scampo.

Una dramma che acquista i connotati di una tragedia familiare. L’uomo, proprio oggi, aveva deciso di portare con sé il figlio, non ancora maggiorenne, forse per insegnargli i primi trucchetti del mestiere, inconsapevole che di lì a poco avrebbe trovato la morte.

La vittima stava eseguendo dei lavori di tendaggio sul lastrico solare del palazzo, alto tre piani. All’improvviso, è scivolato precipitando nel vuoto. Violentissimo l’impatto sul terreno, anche se l’uomo non è morto subito. I primi ad arrivare sono stati gli agenti della polizia municipale di Torre Annunziata, agli ordini del comandante Virno, allertati dal alcuni ragazzi scesi di corsa dal luogo dell’incidente. E’ proprio in questo frangente che l’uomo, privo di ogni dispositivo di protezione è morto.

Una versione confermata anche dai carabinieri di Torre Annunziata, coordinati dal maggiore Simone Rinaldi. I militari hanno messo in sicurezza l’area ed effettuato tutti i rilievi del caso per stabilire con esattezza gli ultimi momenti di vita dell’uomo, prima della tragica caduta nel vuoto.

In fase di accertamento anche la posizione lavorativa della vittima, che lascia così moglie e figli.

i funerali

il cordoglio

La Morte bianca