TRECASE. Si barrica in casa e poi aggredisce carabinieri ed infermieri che erano andati a soccorrerlo. In manette è così finito un 28enne di Trecase, con precedenti per droga e tossicodipendente.

Ad allertare i carabinieri della stazione di Trecase era stata la telefonata di alcuni vicini, preoccupati dalle urla provenienti dall'appartamento accanto. Giunti sul posto, i militari dell'Arma sono riusciti a calmare il giovane, che però era sotto l'effetto di stupefacenti. 

Una volta tranquillizzato, però, il 28enne ha di nuovo dato in escandescenza alla vista del personale sanitario, giunto sul posto per effettuare un tso (trattamento sanitario obbligatorio). Il giovane ha prima preso a calci e pugni due carabinieri, poi un infermiere, mandando tutti in ospedale. 

Il 28enne è finito in manette con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale, mentre i tre feriti sono stati medicati con contusioni guaribili in 5-10 giorni. Il giudice del tribunale di Torre Annunziata, al termine del processo per direttissima, ha disposto gli arresti domiciliari in una casa di cura.