Rete fognaria di Trecase collegata all’impianto di depurazione di Castellammare di Stabia. In quest’ottica, GORI e Comune di Trecase hanno annunciato, ieri sera, con una presentazione pubblica, presso il cine-teatro Corelli, il completamento di lavori prestabiliti entro la prima metà del 2017.

“Avevamo e abbiamo due alvei naturali che attraversano trasversalmente i due lati del paese, quello di via Ciro Menotti e quello di via Iannarone. – ha spiegato il sindaco di Trecase, Raffaele De Luca - Le nostre criticità erano queste: mancavano i collettori; siccome, poi, la fognatura non era attiva, c’erano tanti scarichi abusivi che avevano trasformati questi due alvei naturali in due piccoli ‘fiume Sarno’”. Circostanza, quest’ultima, che ha portato alla necessità della sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra Comune e Gori, i cui obiettivi erano, entro la fine del 2016, di collettare l’alveo di via Ciro Menotti ed eliminare tutti gli scarichi abusivi. Entro la prima metà del 2017, si sarebbe, poi, dovuto far partire la fognatura ed eliminare i due alvei. “L’alveo di via Iannarone – ha continuato De Luca - è ritornato ad essere naturale e raccoglie, ora, acque bianche, così come è funzionante la fognatura di via Ciro Menotti. La Gori, oltre alla canalizzazione, ha sistemato tutto il manto stradale con la segnaletica orizzontale”. Obiettivo per il prossimo futuro, per la fine del 2019, la canalizzazione dell’intero paese in fogna, giacché, secondo De Luca, “la fognatura è una delle precondizioni per far partire il turismo, grande obiettivo della nostra amministrazione”.

Ad intervenire, in seguito, il presidente del consiglio di amministrazione di GORI, Michele Di Natale. “Non si tratta di un punto di arrivo – ha evidenziato – bensì di una tappa intermedia di un percorso che stiamo compiendo e che verrà completato. Per risolvere i problemi ci vogliono buona volontà, atti concreti, buona progettualità, risorse economiche. Inoltre, abbiamo bisogno di sognare e di impegnarci affinché il sogno diventi realtà”.

A prendere la parola, poi, l’ingegner Palomba, che ha spiegato alcuni aspetti tecnici, aggiungendo alcune considerazione di carattere storico-generale sulle rete fognaria del comprensorio. “Dal primo giorno, - ha, poi, ringraziato - il sindaco è sempre stato con noi. Spero che questa sinergia duri nel tempo per portare sempre più servizi a Trecase”.

Felice Rainone, coordinatore del consiglio di distretto sarnese-vesuviano del neonato Ente Idrico Campano. “Queste – ha commentato - sono le giornate particolari che vorremmo vivere sempre, perché sono quelle che segnano grandi traguardi”.

vai al video