“Conosco Renato da oltre 15 anni e non ho mai avuto problemi con i viaggi che lui ha organizzato per me. Avevo però promesso a mia figlia disabile un viaggio a Disneyland, una promessa che adesso sono costretto a rincorrere per colpa sua”.

E’ il racconto di un altro sogno spezzato da Renato Scognamiglio, il titolare dell’agenzia viaggi “Silvamala” di Trecase scappato dopo aver raccolto i soldi dei pacchetti viaggio dei suoi clienti. Vincenzo, originario di Torre Annunziata, marito e padre di due ragazzi, non ha saputo nascondere la delusione di un gesto che a distanza di giorni, resta senza un motivo. Due i viaggi programmati da tempo, da compiere in estate e una truffa da 800 euro.

I VIAGGI. L’uomo aveva programmato due viaggi estivi, uno a Pisciotta in un villaggio consigliato dallo stesso imprenditore e un altro a Disneyland: “Sono stato il 6 dicembre per versare un acconto di 200 euro per Pisciotta, poi un’altra volta il 16 dicembre consegnando un acconto di 600 euro, entrambi con bancomat. La vacanza al parco divertimenti l’avevo promessa a mia figlia, che vive in carrozzina. Non ne faccio un problema economico, piuttosto è stato brutto vedere infranto il suo sogno, ma farò di tutto per portarla lì. Non merita la delusione che abbiamo provato noi”.

LA DENUNCIA. L’uomo venerdì sera si è recato presso la caserma dei carabinieri di Torre Annunziata per sporgere denuncia. Ha preferito aspettare e non denunciare subito: “Ho prima contattato gli hotel e le compagnie aeree per avere conferma delle prenotazioni effettuate dall’agenzia. Poi ho capito che di quelle prelazioni non c’era alcuna traccia. Quando non ho avuto più dubbi sul gesto di Renato, sono andato subito dai carabinieri”.

LA FAMIGLIA DELL’IMPRENDITORE. E’ un altro elemento che ha destato perplessità nella famiglia rimasta vittima della truffa. “Sì, la madre ha fatto una denuncia per scomparsa – ha riferito Vincenzo -, ma poi tutto è finito lì. Io avrei smosso mari e monti se mio figlio risultasse disperso. Io sono convinto che dietro tutto questo c’è un problema di debiti, altrimenti un gesto simile non me lo saprei proprio spiegare. Così come non mi spiego il fatto che alcuni commenti negativi sulla sua pagina facebook siano improvvisamente scomparsi”.

Nel frattempo, Scognamiglio risulta ancora irreperibile e ogni tentativo di mettersi in contatto con lui è andato in fumo. Non si esclude che nelle prossime ore altre persone possano sporgere ulteriori denunce per truffe che l’uomo avrebbe compiuto prima di far perdere le proprie tracce.

vai alle foto

il caso in TV

gli aggiornamenti

La denuncia di una vittima

il mistero

La coppia truffata

il caso