Un maxi laboratorio di fuochi d’artificio illegali, armi, munizioni e piante di marijuana.

E’ la scoperta fatta dai finanzieri del comando di Castellammare di Stabia: in un opificio clandestino situato ai piedi dei Monti Lattari, nel comune di Lettere, sono stati trovati oltre 1200 ordigni artigianali già pronti per essere immessi nel mercato. Altri 5mila ordigni erano ancora in corso di lavorazione e non ancora confezionati. Nelle vicinanze sono stati trovati anche 50 kg di miscela esplosiva.

Appena accanto all’opificio, inoltre, sono stati trovati 5 fucili da caccia, due dei quali già con il colpo in canna, nascosti all’interno di alcune cavità ricavate all’interno di alcuni alberi d’ulivo. Si tratta di una carabina di precisione, una pistola d’epoca, un silenziatore e più di 800 proiettili di vario calibro e di dubbia provenienza. I bossoli erano nascosti all’interno di bottiglie di plastica, messe sottoterra.

Sul posto, infine, sono state trovate decine di piante di marijuana in avanzato stato di maturazione, alte oltre 2 metri, pronte per essere tagliate e vendute. Le indagini per individuare i responsabili, coordinate dalla procura della repubblica di Torre Annunziata, sono tutt’ora in corso.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

vai alle foto

vai al video