TORRE ANNUNZIATA. "Tu ce l'hai con me, mi vuoi arrestare un'altra volta. Quando esco dalla galera ti darò i tormenti". Prima evade dai domiciliari. Poi, scoperto e ammanettato, minaccia pure i carabinieri. Adesso è accusato anche di resistenza. E' Giovanni Falanga, detto 'o gemello, noto pusher 40enne del rione Penniniello.

L'uomo, ritenuto dagli inquirenti vicino al clan Gallo-Cavalieri, è finito in manette dopo un controllo di routine svolto oggi dai carabinieri del NORM di Torre Annunziata (maresciallo Antonio Russo) all'isolato 21 del quartiere di edilizia popolare. 'O gemello, anzichè a casa, era però al piano di sopra. I carabinieri lo hanno arrestato dopo aver suonato inutilmente al campanello.

Rintracciare il pusher nonchè evasore seriale (Falanga aveva già eluso il regime dei domiciliari lo scorso 30 marzo) è stato un gioco da ragazzi. E' bastato infatti che i carabinieri salissero una rampa di scale interna allo stesso palazzo. 'O gemello è così finito in manette al quinto piano. Arrestato in flagranza, l'evasore è tornato ai domiciliari, dove continua a scontare una condanna a 12 anni per associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti.