POTENZA: Napoli, Navas, Blandi (32' s.t. Lolaico), Riccio, Esposito, Liccardi (32' s.t.  Di Lucchio), Giacinti, Oretti, Simeri, Pizzutelli, De Stefano (14' s.t.  Catalano). A disp.: Costigliola, Lolaico, Campanella, Mastropietro, Di Lucchio, Miocchi, Catalano, Tomasiello, Jeda. All.: Marra.

TURRIS: D'Amico, Gallo, Imparato (22' p.t. Pappadia), Pistone, Salvatore (4' s.t.  Gisonni), Manzi, Somma, Manzo, Senè, Yeboah, Falco (18' s.t. Tarallo). A disp.: De Sio, Gisonni, Pappadia, Cerqua, Cigliano, Cirillo, Somma ('95), Tarallo, Ferraro. All.: Di Maio.  

ARBITRO: Rossetti di Ancona.

Reti: 8' p.t. De Stefano, 16' p.t. e 21' p.t. Simeri, 32' p.t. Somma, 17' s.t. Senè, 40' s.t. Tarallo.

Ammoniti: D’Amico, Giacinti, Simeri. Espulso: Lolaico al 46’ s.t.

LA CRONACA. Scoppiettante, vibrante, rocambolesco il 3-3 del “Viviani”. Pareva che la pratica fosse archiviata già al minuto 21del primo tempo, con Simetri che firma la sua personale doppietta, calando il tris su una Turris quasi inerme. Ed invece, dopo aver accorciato le distanze alla mezz’ora con Somma, l’undici di Di Maio ha poi, nella ripresa, perfezionato una rimonta dal sapore dell’impresa. Una zampata vincente di Senè dopo la prodezza balistica di capitan Manzo e un’inzuccata di Tarallo (in foto, due reti nelle prime due uscite in casacca corallina), hanno fatto letteralmente esplodere d’entusiasmo il settore destinato ai sostenitori corallini, numerosi e calorosi anche a Potenza.

Da incubo l’avvio di gara di marca biancorossa. Dopo appena otto minuti, Potenza già in vantaggio. De Stefano, ben appostato in area, batte di precisione D’Amico su traversone di Blandi. Altri otto minuti ed i corallini si ritrovano sotto di due reti. D’Amico mette giù in area Di Stefano, provocando il penalty poi realizzato da Simeri. Ancora Simeri al minuto 21, con una staffilata dalla distanza considerevole: non esente da colpe, nell’occasione, il giovane portiere corallino. Alla mezz’ora la rete di Somma, che con un colpo di testa vincente su assist di Senè, avvia l’insperata remuntada. La seconda marcatura al minuto 17 della seconda frazione di gioco. Magistrale la punizione di capitan Manzo, che si infrange sulla traversa: sulla sfera si fionda Senè, che alimenta le speranze dei suoi di riportare sui giusti binari una gara che pareva stregata. Turris vicinissima al pari al 22’, ma Tarallo, subentrato a Falco, non inquadra la porta da ottima posizione. Impresa perfezionata al 40’, proprio con Tarallo, che di testa trafigge Napoli e manda in delirio i circa cento sostenitori giunti da Torre del Greco.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

vai alle foto

vai al video