Uccide la figlia di 16 mesi lanciandola dal balcone e poi tenta il suicidio: rinviato l’interrogatorio a Salvatore Narciso, a causa delle sue “delicate condizioni fisiche e psichiche”. A dirlo è il magistrato che sta indagando sulla tragedia di San Gennaro Vesuviano.

Per Narciso non c’è stato alcun provvedimento restrittivo nei suoi confronti, ma è piantonato in ospedale. L’uomo, 35 anni, è intubato in prognosi riservata, ma non sarebbe in pericolo di vita ed è guardato a vista dai carabinieri che indagano su quanto accaduto nell’appartamento di via Cozzolino 117.

Il magistrato concorderà una nuova data dopo aver sentito il parere dei medici.

il tentato suicidio