Rischia l’ergastolo l’assassino di Sonia Di Maggio. La 29enne è stata assassinata lo scorso primo febbraio dal suo ex Salvatore Carfora, 39enne di Torre Annunziata.

Le accuse mosse dalla Procura di Lecce sono pesantissime: omicidio volontario aggravato dalla premeditazione e stalking. E’ stata anche respinta la richiesta di rito immediato per il 39enne del rione Provolera.

Secondo gli inquirenti le prove a suo carico sono schiaccianti e per questo motivo, secondo i pm, non sarebbe necessaria l’udienza preliminare.