Domiciliari per la quarta belva che partecipò all’omicidio di Maurizio Cerrato. Il Tribunale del Riesame ha deciso questa misura per Francesco Cirillo, il 67enne di Torre Annunziata, che era finito in manette lo scorso 29 luglio.

Il 67enne ha ammesso di aver partecipato alla spedizione puntiiva nei confronti di Cerrato, ma di non aver avuto l’intenzione di ammazzarlo. Lui ha dichiarato di essere accorso in via IV Novembre per soccorrere la figlia.

Francesco Cirillo è padre di Antonio, che ha ammesso di aver inferto la coltellata fatale al 61enne. Lui è ancora in carcere assieme ai fratelli Giorgio e Domenico Scaramella.

A breve la Procura di Torre Annunziata potrebbe ricorrere contro la decisione del Riesame.