Comincerà domani alle 11 la fase dibattimentale del secondo filone processuale sull'omicidio di Maurizio Cerrato. In maniera parallela rispetto a quello riguardante le quattro belve, che si sta celebrando alla Corte d'Assise di Napoli, ci sarà l'udienza, riguardante gli omertosi, che si terrà nell'aula Siani del Tribunale di Torre Annunziata.

Tra gli imputati Rosa e Giorgio Scaramella, quest'ultimo tra le belve che mise fine alla vita del custode degli scavi di Pompei. Per loro l'accusa è di minacce e percosse nei confronti della giovane. Assieme a loro anche i fratelli Savarese, proprietari del parcheggio in cui avvenne il delitto, che cancellarono le immagini su pressioni proprio di Giorgio Scaramella. Imputato nel procedimento anche Marco Salvi, ex datore di lavoro di Maria Adriana, che cambiò la sua versione dei fatti nelle ore successive all'omicidio.

Proprio la giovane sarà di nuovo ascoltata dalla pm Giuliana Moccia, dinanzi al giudice monocratico Riccardo Sena. Come avvenuto a luglio, anche stavolta la primogenita di Maurizio Cerrato dovrà rivedere i frame di quel maledetto 19 aprile 2021 in via IV Novembre, nel qual perse la vità il papà per un parcheggio. Un'ora terribile, che ha cambiato per sempre la sua vita, quella di mamma Tania e della piccola Andrea. 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"