“In questo momento difficile per la nazione Ucraina, il sindaco e i parroci della città di Boscoreale invitano i cittadini a comunicare liberamente la propria disponibilità ad offrire accoglienza”.

Il sindaco di Boscoreale Antonio Diplomatico ha chiesto così ai suoi cittadini una mano per accogliere e ospitare chi negli ultimi giorni sta fuggendo dalle bombe e dal pericolo di morte in Ucraina.

“Siamo tutti scossi per ciò che sta accadendo – ha spiegato il primo cittadino -. Un senso di impotenza è avvertito da tutti. Il desiderio di aiutare coloro che soffrono affiora continuamente in noi. Siamo certi, però, che la speranza di una pace possibile nasce dalla cultura dell’accoglienza. Fare spazio all’altro è il primo passo per la convivenza umana ed è l’unico spazio possibile per agire nel segno della pace. In questo momento possiamo fare poco, ma quel poco è molto se apriamo le nostre case, le nostre famiglie e le nostre braccia nel segno dell’ospitalità, accogliendo gli ucraini che si allontanano dal proprio paese a causa della guerra”.

Il comune vesuviano ha quindi diffuso sui propri canali ufficiali un modulo da sottoscrivere e da inviare a un indirizzo di posta elettronica dedicata all’emergenza ([email protected]). In alternativa il modulo potrà essere consegnato a mano all’ufficio protocollo comunale.

Anche il comune di Trecase ha scelto questa strada per cercare di sensibilizzare la cittadinanza all'accoglienza. La mail di riferimento dell'ufficio protocollo del comune è [email protected]

 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"