Un'unione d’amore che và al di là di ogni significato quella celebrata ieri a Torre Annunziata tra il vicepresidente del Savoia Giovanni Salzano ed il suo compagno (nella foto).

Un si che fa notizia perché proveniente dal mondo fin troppo maschilista del calcio ma che può essere d’esempio e da segnale per una vera e propria “rottura” col passato e di emancipazione.

Salzano, imprenditore romano, ha reso ufficiale la sua omosessualità grazie alla possibilità di sposarsi per gli effetti della legge Cirinnà sulle unioni civili.

In un mondo, quello sportivo, spesso legato a cliché convenzionali poco atti a cadere facilmente.

Un esempio positivo che, si spera, possa scardinare quell’omofobia che troppo spesso riempi pagine di cronache e non solo. Vincenzo ed Enzo sia un esempio per tutti, un esempio buono.