Una petizione per la stazione dimenticata di Torre Annunziata Città. Una fermata con una vista mozzafiato che praticamente sempre viene superata dai convogli delle varie tratte delle Ferrovie dello Stato. Un disagio per tanti pendolari che sono costretti a muoversi con mezzi propri oppure costretti a itinerari quanto mai stressanti.

Così Marialuce Raia, che proviene da Napoli e lavora all’istituto di igiene mentale in piazza Cesaro a Torre Annunziata ha deciso di sollevare la questione con una petizione online. L’obiettivo è di arrivare almeno a 100 firme per provare a sollecitare la direzione regionale di Trenitalia, ma anche la Regione e il commissario prefettizio Enrico Caterino.

“In un momento storico come il nostro, in cui gli effetti dell'uomo sull'ambiente sono ormai evidenti e richiedono interventi tempestivi, spesso le politiche regionali e nazionali non riescono a stare al passo con misure adeguate, così capita che la disorganizzazione e l'inefficienza dei trasporti pubblici obblighino migliaia di pendolari a dover ricorrere all'utilizzo di un automobile per potersi spostare.

A Torre Annunziata, comune vesuviano in provincia di Napoli, succede che una fermata posta al centro della città, sia praticamente inutilizzabile dai pendolari poiché le fermate previste sono poche, spesso con buchi anche di ore tra un treno ed un altro. Questo perché per la maggior parte dei treni che pur transitano su questa linea non è prevista questa fermata.

Una piccola variazione, ossia permettere ai treni in transito di effettuare questa fermata, permetterebbe ai pendolari provenienti e diretti in città di poter fare a meno dell'auto senza costi aggiuntivi per il sistema ferroviario regionale”. 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"