“Se non uscite da casa mia vi sparo tutti in bocca”. Così sabato sera L. M., marittimo classe ‘71 di via xx settembre, ha minacciato i carabinieri della stazione di Torre del Greco, intervenuti nell'appartamento dell'uomo al secondo piano di una palazzina residenziale.

L'intervento dei militari si è reso necessario dopo la segnalazione al 112 di urla e schiamazzi, provenienti già dalle scale del palazzo. Alla base del trambusto serale, un litigio tra l'uomo, poi ammanettato a fatica dagli agenti, e sua moglie.

Litigio sfociato in cocci rotti e mobili sfasciati in casa. Dopo l'arresto L.M., brillo, è stato portato in caserma, dove ha proseguito il suo personale “show”, gettandosi a terra e riportando ferite alla testa. Oggi, la celebrazione della direttissima dinanzi alla prima sezione penale del Tribunale di Torre Annunziata. Il marittimo ha patteggiato 4 mesi di reclusione.