Usura, estorsione nei confronti di imprenditori di Torre del Greco e porto abusivo di arma da guerra.

La Polizia ha arrestato Salvatore Perfetto e Mariarca Camelia, entrambi di Torre del Greco. Gli agenti hanno dato esecuzione a un’ordinanza di misura cautelare nei loro confronti dopo le indagini partite in seguito all’arresto di Salvatore Perfetto, avvenuto nel settembre 2019.

In quell’occasione Perfetto si rese responsabile del reato di lesioni gravi. Esplose un colpo di pistola che colpì Antonio Pandolfi alla gamba destra.

Le indagini della procura della Repubblica di Torre Annunziata, supportate da intercettazioni, perquisizioni, sequestri e analisi documentali, hanno consentito di ricostruire un quadro indiziario pesante a carico dei due indagati su una corposa attività di usura ed estorsione a danno di vari imprenditori locali.

Perfetto pretendeva sui suoi prestiti tassi mensili del 10 per cento (120 per cento su base annua, ndr), arrivando a minacciare, intimidire e percuotere le sue vittime in caso di ritardi nei pagamenti.

Dopo l’arresto di Perfetto, le redini dell’attività estorsiva è passata nelle mani di Mariarca Camelia, che riscuoteva personalmente le “rate”.

I due, dopo le formalità di rito, sono stati condotti presso le carceri di Napoli e Pozzuoli.

(foto: repertorio)