Decimo caso di truffa ai danni di gestori di ricchi alberghi scoperto dalla Polizia sull'isola di Ischia. A finire nei guai, stavolta, una coppia di coniugi: V.D.O. di 55 anni e sua moglie P.A. di 50 anni, provenienti dal centro storico di Napoli. Entrambi, accompagnati dai 3 figli minorenni, avevano trascorso dal 14 al 17 agosto una vacanza extra-lusso per un ammontare di ben 14mila euro. Al momento di saldare il conto, però, i tentativi di un noto albergatore di Lacco Ameno sono risultati vani; solo l'arrivo degli agenti ha risolto l'evidente impasse. 

I poliziotti hanno accertato che il soggiorno era stato prenotato via internet, utilizzando una carta di credito Mastercard falsa. Presentatisi presso l’albergo, certi che la transazione fosse andata a buon fine, la coppia aveva beneficiato di tutti i servizi. I coniugi sono stati denunciati in stato di libertà. Nei loro confronti, inoltre, è scattato il provvedimento di 'via obbligatorio' dall’isola per la durata 3 anni.

L’episodio segue soltanto di poche ore quanto scoperto sempre dalla Polizia nella giornata di ieri. Una coppia del quartiere Scampia, con lo stesso modus operandi, stava per usufruire di un ricco soggiorno vacanze. La coppia è stata trovata in possesso anche di 3 preziosissimi orologi Rolex per l’importo di 57mila euro, risultati rubati.