Giorni contati se non si rispettano le consegne di vaccini per la Campania. E’ quanto ha lasciato intendere Antonio Coppola, referente dell’Asl Napoli 3 Sud per l'emergenza Covid. Nelle ultime ore si è fatta strada l’ipotesi del rischio di chiusura degli hub vaccinali a causa della mancanza di dosi.

Il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca ha più volte lamentato il mancato rispetto delle consegne dei vaccini e il conseguente rallentamento nelle somministrazioni. E il rischio di uno stop ha creato il panico tra i cittadini che, specie gli anziani, aspettano da tanto per poter superare l’incubo covid.

Proprio nella giornata di ieri, l’Asl Napoli 3 Sud ha effettuato un controllo sulle scorte rimanenti delle dosi. Nel caso in cui non arrivi il nuovo carico di dosi previsto per domani, la situazione potrebbe cambiare radicalmente. Il report vaccini aggiornato la 12 aprile parla di 807.423 cittadini che hanno ricevuto la prima dose. Di questi, 291.605 hanno ricevuto la seconda dose, per un totale di 1.099.028 dosi somministrate.

Un dato che potrebbe subire un drastico rallentamento nel caso in cui gli hub vaccinali dovessero fermarsi. Il rischio di stop, però, pare essere scongiurato, alla luce di quanto ha spiegato il dottor Coppola: “Al momento non ogni ipotesi di chiusura non è stato preso in considerazione – ha precisato -. A patto che domani arrivi un ingente carico di vaccini, principalmente Pfizer e in misura minore Astrazeneca e Moderna, con i quali potremo andare avanti senza grossi problemi”.

Un dato confortato dalla nota stampa dell'Unità di crisi della Regione Campania che ha fatt osapere che "domani le vaccinazioni si svolgeranno regolarmente, secondo convocazioni, nei centri vaccinali della regione".

L'allarme