Pugno duro verso tutti gli operatori sanitari che non vogliono vaccinarsi. Lo chiederà il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ai dirigenti di Asl e di aziende nel corso di una riunione che si terrà martedì prossimo per fare il punto sui posti letto disponibili in relazione ad una eventuale peggioramento dell'emergenza Covid.

"Il grosso del personale sanitario ha fatto il richiamo tra gennaio e febbraio – ha spiegato in diretta facebook - se non ci muoviamo rischiamo di avere personale sanitario dentro gli ospedali non immunizzati e questa sarebbe una tragedia". Le indicazioni di De Luca saranno di "estremo rigore da parte dei direttori generali verso chi non si è vaccinato".

Il governatore ha ricordato che si è “pienamente entrati nelle quarta ondata. Se cresce la percentuale di positivi soprattutto non vaccinati avremo gli ospedali di nuovo ingolfati". Per questo, per martedì prossimo ci sarà una riunione con direttori generali di aziende e Asl per fare il punto sui posti letto.

Annunciata, inoltre una campagna straordinaria per i docenti. “Sono convinto che non avremo chiusure delle scuole" ma a patto che si completi la campagna di vaccinazione. "A metà novembre scatta la scadenza delle vaccinazioni per gran parte del personale scolastico. Nei prossimi giorni partirà una campagna straordinaria per il personale scolastico, sono convinto che avremo anche questa volta una prova straordinaria. L'obiettivo è di completare tra novembre e metà dicembre la vaccinazione di tutto il personale scolastico, vale a dire 170mila persone che devono avere il richiamo. Sono convinto che avremo una prova straordinaria di efficienza, senso di responsabilità e senso civico".


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"