Tre ore di panico, tre ore di caos totale e tensione. Le conseguenze della valigetta segnalata intorno alle quindici e trenta ai carabinieri sono tutte sui volti degli investigatori. Una telefonata ha allertato la Compagnia di viale Campania circa l’inquietante presenza di un contenitore nero attaccato con delle catene e un perfetto lavoro completo di fascette e lucchetti a un palo della pubblica illuminazione di via Nazionale. Un’immagine che fa subito impressione, al punto che polizia municipale, carabinieri e polizia decidono di transennare almeno cinquecento metri di strada, chiudendo il transito alle traverse di via Nazionale Inutile dire il traffico intenso che regna ormai da ore a Torre del Greco. Sul posto sono stati chiamati immediatamente gli artificieri in quanto il lavoro da fare è molto lungo e delicato. Al momento le operazioni si sono quasi concluse e ancora non si sa per certo cosa ci sia all’interno del contenitore nero. Intanto a breve dovrebbe essere ripristinata anche la normale viabilità, consentendo la decongestione di tutte le arterie secondarie rimaste intasate. Chi ha legato quella valigetta al palo della luce l’ha fatto con calma, perché non c’è nulla di superficiale. Possibile che una simile cosa venga fatta nel massimo dell’indifferenza in una delle strade più trafficate di Torre del Greco e in un orario di punta? Il dubbio al quale stanno in questo momento lavorando gli investigatori guidati dal maggiore Michele De Rosa.