Vetri in frantumi nel parcheggio di quota mille. Vergogna sul Vesuvio: alcuni ignoti hanno rotto con sassi e altri oggetti i vetri dei finestrini di alcune automobili parcheggiate nelle strisce blu nel piazzale a quota mille per poi darsi alla fuga.

Le auto sono di proprietà di due guide vulcanologiche e di una famiglia di turisti francesi. La scoeprta è stata fatta proprio dai turisti che, al rientro nella zona parcheggio, hanno fatto l’amara scoperta. Nessun furto, soltanto un atto teppistico, denunciato ai carabinieri che hanno effettuato i primi rilievi e ora sono a caccia dei responsabili.

“Questa non è la strada giusta per il rilancio del turismo vesuviano – hanno spiegato le guide vittime del raid -. E poi non è possibile andare a lavorare e non avere un luogo sicuro dove lasciare la propria auto. Mi sembra tutto così assurdo”.