“Sono sconcertato dall’immagine di un Vesuvio eruttante e diffusore del covid in tutta l’area circostante. Il nostro vulcano non è una minaccia ma una risorsa e sarebbe bello se nella prossima puntata di quella trasmissione, Giletti vorrà mostrare le immagini delle spettacolari bellezze del nostro territorio. Se vorrà potrò fornirle con molto piacere”.

E’ la risposta del presidente dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio Agostino Casillo dopo le immagini pubblicate dalla trasmissione “Non è l’Arena” in onda su La7 ogni domenica. Immagini che hanno suscitato tante polemiche e che hanno inasprito il confronto tra il conduttore Giletti e le istituzioni campane, in primis il governatore Vincenzo De Luca.

Così come il presidente, anche Casillo, numero 1 del Parco Nazionale del Vesuvio, ha reagito a queste immagini con una lettera indirizzata a Giletti e alla trasmissione televisiva: “Come sicuramente saprà il Vesuvio, il Monte Somma e gli 8400 ettari che li circondano nel 1995 con decreto del Presidente della Repubblica sono stati dichiarati Parco Nazionale ed allo stesso tempo venne istituito l’Ente preposto alla tutela ed alla promozione del Parco che attualmente mi onoro di presiedere. Da alcuni anni come Ente Parco, appunto, stiamo lavorando al rilancio della nostra area protetta che racchiude uno dei più importanti patrimoni naturalistici, geologici, storico ed archeologici del nostro paese. Con grande sforzo stiamo trasformando il nostro territorio in un grande laboratorio di politiche di sviluppo basate sulla sostenibilità ambientale dove il turismo sostenibile, l’agricoltura di estrema qualità, i servizi legati alla cultura e all’ambiente sono il fulcro della nostra azione. Dunque, l’immagine del Vesuvio che purtroppo è stata data danneggia un territorio intero fatto di cittadini, piccole imprese, associazioni che come Ente Parco cerchiamo da sempre di supportare, e che in questo periodo di grande difficoltà stanno provando a rimanere a galla ed essere pronti per la ripartenza – ha concluso Casillo - non appena la situazione della pandemia lo permetterà. Sono sicuro che vorrà tenere in considerazione le mie parole”.