13:10

Aggiornamento della Protezione Civile: 

- 3 Canadair del Dipartimento nazionale e 5 elicotteri regionali in azione;
- 300 uomini al lavoro tra Ercolano e Ottaviano, tra volontari, personale Sma Campania, Protezione civile e Vigili del fuoco;
- Sala operativa mobile attivata nella zona di Ercolano e pronta a spostarsi sulla base delle necessità;
- Miglioramento nell'area dell'osservatorio vesuviano, che comunque resta presidiata;
- Intervento tempestivo effettuato questa mattina a Barano d’Ischia, località Cretaio, dove la situazione è ora sotto controllo e si interviene con squadre a terra.

Restano sotto attenzione: la parte bassa della cinta tra Ercolano e Torre del Greco, dove si registra la situazione piú complessa; la zona degli Astroni, per alcune segnalazioni pervenute, e Positano; la provincia di Salerno, per incendi diffusi, in particolare a San Rufo; e Avellino, dove è ancora critica la situazione a Montoro.

16:40

A Terzigno è stato vietato l'accesso e il traffico di tutta la viabilità comunale e vicinale e privata, a monte di via Zabatta, ai non residenti. I cittadini residenti sono invitati a tenere porte e finestre chiuse e ad allontanarsi dalla rispettive abitazioni e attività commerciali.

16:19

Impressionante immagine postata su Facebook da un utente. Si vede chiaramente la nube di fumo arrivare fino in Puglia. CLICCA QUI

 

16:06

"Siamo sul Vesuvio da ore, in contatto costante con prefettura, sezione regionale della protezione civile, vigili del fuoco e carabinieri. Si può intervenire solo dall'alto come stanno provando a fare canadair ed elicotteri che sono pochi e intervenuti in ritardo perché, ci dicono, impegnati in altre zone della regione e d'Italia". Sono le parole del sindaco di Boscotrecase Pietro Carotenuto. "L'incendio, favorito dal vento forte, si estende per oltre due km, da Torre del Greco a Terzigno, seppur circoscritto al perimetro del Parco Nazionale, distante quindi dal centro abitato. La situazione è grave, senza precedenti. Abbiamo interdetto tutti gli accessi alla pineta, chiuso via Cifelli, evacuato alcuni ristoranti così come stanno facendo gli altri comuni. Divieto assoluto quindi per tutti di avvicinarsi alle zone interessate. Come ente locale possiamo fare poco se non sollecitare in continuazione le autorità competenti per l'invio di altri mezzi che dovrebbero arrivare a breve anche dalle altre regioni. Nel corso delle ore vi aggiorneremo sugli sviluppi".

15:32

"Sono in attività due canadair e un terzo sta per arrivare sul posto" Così il sindaco di Trecase Raffaele De Luca commenta l'ermengenza incendi sul Vesuvio. "Abbiamo fatto evacuare le abitazioni tra la panoramica e il cono del Vesuvio. Chiusi anche i ristoranti dove in alcuni casi si stavano svolgendo diverse cerimonie".

14:49

In queste ore il Presidente del Parco nazionale del Vesuvio si è recato in Regione per affrontare con la centrale operativa la situazione relativa ai roghi sul Vesuvio. La Protezione civile ha confermato che in Campania sono in azione 4 candair: due per i roghi sul Vesuvio, uno a Montoro e uno a Corbara. Intanto da Roma sarebbero decollati altri mezzi pronti ad aiutare quelli impegnati da questa mattina per lo spegnimento degli incendi. 

14:21

"I piromani hanno dichiarato guerra al Vesuvio: in fiamme il futuro turistico dell'area" Sono le parole di Adelaide Palomba, presidente di Federalberghi Costa del Vesuvio che aggiunge: “Esprimiamo viva preoccupazione per la situazione degli incendi sul Vesuvio. In queste ore i roghi sono diventati tanti, troppi. A dimostrazione che esiste una strategia criminale che arma le mani dei piromani. Case evacuate, intere zone in pericolo tra Ercolano, Torre del Greco e i paesi vesuviani è il bollettino di guerra che viene stilato ogni anno in questo periodo. Anche le attività ricettive sono in difficoltà, soprattutto quelle sorte nelle zone panoramiche dove la situazione in questi giorni si è fatta sempre più difficile. Un rischio serio per le persone, le famiglie, ma anche per l'intera economia turistica di  #costadelvesuvio che rischia di essere messa in ginocchio da questa emergenza incendi. Serve una politica di prevenzione, servono seri investimenti per l'antincendio e per le politiche della tutela del territorio. In questo momento rischiano di andare in fiamme anche gli investimenti che i privati, che hanno a cuore le sorti del turismo su questo territorio, stanno portando avanti tra mille sacrifici. In questo sosteniamo lo sforzo che l’Ente Parco del Vesuvio col suo Presidente Agostino Casillo sta portando avanti. Ma serve un aiuto concreto da parte delle istituzioni nazionali e locali per porre un freno a questa guerra che non porta da nessuna parte”. 

13:55

Evacuate case e ristoranti a Boscotrecase ed è stata chiusa al traffico via Cifelli

13:50

Distrutta una casa a Torre del Greco ed evacuate diverse abitazioni della zona di via Nuova Trecase. Sono in azione i canadair, vigili del fuoco e forze dell'ordine. Le fiamme, complice il vento, si stanno allargando e stanno per arrivare nelle zone più abitate.

Le fiamme divampano nella Valle delle Delizie ad Ottaviano, in via Vesuvio ad Ercolano già danneggiata da incendi nei giorni scorsi, nella zona a valle di Cappella Bianchini a Torre del Greco.

Stanno operando carabinieri forestali, vigili del fuoco, protezione civile e personale dell'antincendio boschivo della Sma Campania oltre a squadre di volontari. Un aiuto è dato da un Canadair e da un elicottero. Le strade di accesso al Vesuvio, al momento, sono aperte.

Proseguono gli incendi in zona Vesuvio. Diverse colonne di fumo si alzano dalle pendici del vulcano (dai versanti ottavianese, napoletano e corallino), allarmando la popolazione locale e le autorità competenti, che sono prontamente intervenute.

Nell’ultimo periodo infatti l’attività di monitoraggio relativa agli incendi boschivi è stata notevolmente incrementata, in quanto l’aumento delle temperature legato alla stagione estiva rende incredibilmente facile la nascita di roghi spontanei. In queste ore sono in azione vigili del fuoco e protezione civile per domare le fiamme e ridurre i danni al minimo. 

vai alle foto